La Romea Strata

?>

Erano chiamate vie Romee le strade che nel medioevo portavano i pellegrini a Roma, uno dei tre grandi centri della Cristianità, insieme a Santiago de Compostela in Spagna e Gerusalemme in Terra Santa.

La Romea Strata era un’importante rotta percorsa da coloro che partivano dall’Europa centro orientale: dalle attuali Polonia, Repubblica Ceca e Austria, attraverso il Tarvisio, dai Balcani attraverso Ungheria e Slovenia via Gorizia, e dalla Croazia via Trieste. Era formata da diverse tratte dell’antico sistema viario del nord-est come la Allemagna, la Aquileiense, la Annia, la Postumia, la Porciliana, la Vicetia, la Flavia, la Nonantolana-Pistoiese. Tratte che, una volta giunte in Emilia-Romagna si uniscono nella Via Romea-Nonantolana-Longobarda e, tagliando trasversalmente la pianura padana, arrivano fino al comune toscano di Fucecchio dove la Romea Strata si congiunge alla Francigena.

vie-romee
Sistema viario delle Vie Romee che dal Nord Europa scendevano verso Roma attraversando l’Emilia Romagna e il valico degli Appennini: in verde la Via Romea-Nonantolana-Longobarda

La Via Francigena univa Canterbury a Roma e ai porti della Puglia e fa parte di un fascio di vie che, dall’Europa occidentale, in particolare dalla Francia, conducevano a Roma e di qui proseguivano verso la Puglia, ove vi erano i porti d’imbarco per la Terrasanta, meta dei pellegrini e dei crociati. Ma la viabilità medioevale non utilizzava un unico percorso, bensì una serie di tracciati paralleli, i percorsi nascevano dove i pellegrini trovavano più sicurezza e ristoro per il corpo e per la mente.

POST CORRELATI

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: